SISROMA

SIS ROMA ESPUGNA TRIESTE CON AUTORITA’ (20-10)

La SIS Roma torna a volare nel campionato di serie A1 di pallanuoto femminile, passa con autorità (20-10) su una volitiva Trieste e si prepara alla volata finale. Non è stata la solita SIS, capace di annichilire le avversarie con giocate di grande classe, alternando, al contempo, pause di ritmo e concentrazione. Il Trieste c’ha provato in tutte le maniere a rendere la vita dura alle romane, ma non è mai riuscita a rientrare in partita, il vantaggio della SIS dai tre goal del primo tempo, è diventato quattro, sette nel terzo tempo e dieci al conto finale. Una partita in sostanza in cui il risultato finale non è stato mai in discussione ma dove, ancora una volta la SIS non ha convinto appieno.

 

Dalla trasferta in Sicilia a questa di Trieste sono passate solo 48 ore, sono state ore intense e stressanti, dopo due trasferte lunghe ci prendiamo 3 punti importanti per continuare di cercare la migliore classifica e chiudere in bellezza la regular season.  – esordisce il coach Marco Capanna – A Pasqua, com’è noto, dopo la sosta, le nostre nazionali sono attese da un lungo collegiale per la World League, ci rivedremo a maggio per le fasi finali del campionato. Saranno play off dove arriveremo ‘quadrati….. con gli spigoli’, dove non sono ammessi errori o distrazioni, questa squadra può dare ancora molto, sono sicuro che fino alla fine saremo in grado di batterci per la vittoria. Adesso – continua Capanna –  ci rimane  lunedì e martedì di lavoro in acqua per poi giocare mercoledì e giovedì con Verona e Como (6 e 7 aprile ore 14)”.

 

L’analisi del coach Marco Capanna della partita sottolinea, da una parte quanto di buono ha fatto vedere la SIS e dall’altra punta il dito verso una difesa non proprio puntuale: “Oggi, davanti ad un buon Trieste  – afferma Capanna – abbiamo realizzato venti goal ma ne abbiamo incassati dieci. Analizzando: una rete in doppia inferiorità, uno su rigore, 4 in inferiorità numerica e 5 in parità ed a conclusione di buone azioni di gioco delle padrone di casa. E sono soprattutto queste cinque marcature subite in parità numerica che mi danno fastidio e che mi dicono che c’è ancora bisogno di lavorare sulla fase difensiva, alcune marcature erano evitabilissime. In attacco abbiamo giocato bene, ma abbiamo sprecato anche molto, una serie di errori che non dovremo più ripetere, in generale, però, la squadra ha reagito bene e tenuto un alto ritmo di gioco”.

Giustini (4 reti) e Tabani (5) le mattatrici di una partita spigolosa, dove le locali non hanno mai mollato, nonostante il divario in campo. La SIS ha controllato il gioco ed ha colpito con la determinazione di una squadra in lizza per lo scudetto. Nelle ultime due fatiche della regular season le romane avranno di fronte un pericoloso Verona (attualmente al quarto posto in classifica) ed il Como, l’appuntamento per entrambi i match sarà alla piscina del polo natatorio Freccia Rossa di Ostia (via delle Quinqueremi) alle 14.

 

 

 

PALLANUOTO TRIESTE-SIS ROMA

10-20

(3 – 6; 3 – 4; 4 -7; 0 – 3)

 

 

PALLANUOTO TRIESTE: Ingannamorte, Lonza, Rezende 3, Abla, Marussi, Cergol 1, Klatowski 2, Riccioli 2, Colletta, Leone, Jankovic, Santapaola 2, Krasti. All. Colautti

 

SIS ROMA: Eichelberger, Cocchiere 2, Galardi 2, Avegno 2, Giustini 4, Ranalli 3, Picozzi 1, Tabani 5, Nardini, Di Claudio, Storai, La Roche 1, Brandimarte. All. Capanna

 

Arbitri: Ialeggio e Ercoli

 

Superiorità numeriche: Pallanuoto Trieste 4/6 + 1 rig. ; SIS Roma 2/6 +2 rig..

 

Note: Uscita per limite di falli Ranalli (R) nel secondo tempo. Nel terzo tempo Abla (T) sbaglia un rigore (palo). Spettatori 100 circa.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *