SISROMA

SIS Roma beffata nel finale, sconfitta all’ultimo secondo dal Catania (9-8)

La SIS Roma cede (9-8) negli ultimi secondi di gara al “ritorno” finale dell’Orizzonte Catania e subisce la prima sconfitta nella regular season del campionato di serie A1 femminile di pallanuoto.

La sfida tra le due regine del Campionato ha confermato i passi avanti compiuti dalla SIS che ha affrontato a viso aperto le siciliane, chiudendo il terzo tempo addirittura avanti di due goal. Negli ultimi due minuti le siciliane approfittando di un paio di errori di misura nel palleggio, con due ripartenze velocissime, sono riuscite a ribaltare il risultato finale, cogliendo una vittoria insperata, in una partita in cui la fase finale del match appariva nettamente in mano alle romane. Entrambe le squadre hanno impresso ritmi velocissimi alla gara dando vita ad un incontro sostanzialmente equilibrato, anche se le romane, a metà match, dopo una partenza in salita (0-2 nei primi cinque minuti), avevano preso saldamente in mano il bandolo del gioco, rimontando e passando a condurre nel terzo tempo, fino a raggiungere un vantaggio di due reti (8-6) all’inizio del quarto.

“E’ stata una partita vera – ha voluto sottolineare Marco Capanna, coach del team giallorosso – nonostante la classifica fosse scontata (la SIS aveva un vantaggio di otto punti nei confronti delle siciliane ed entrambe la squadre fossero già qualificate per i play off). Le ragazze sono scese in acqua per vincere, come sempre, a prescindere dall’avversario ed hanno fatto una partita seria. Il risultato è stato altalenante tutta la partita con tanti errori da entrambi i lati. I primi minuti del gioco sono stati troppo passivi e lenti, gli ultimi 3 minuti da una palla da ottimizzare per il +3 abbiamo perso controllo del gioco. Nel mezzo diverse cose positive come una predisposizione a difendere con qualità anche le tante inferiorità numeriche ed i contrasti che non sempre ritengo facenti parte del gioco. Sicuramente non siamo andati a Catania ‘con la pancia piena’, non ci siamo fatti condizionare da assenze o qualche condizione fisica non al massimo ed ho la sensazione che sia sempre molto difficile batterci. Per migliorare ancora sappiamo dove lavorare nei prossimi giorni prima della sosta della nazionale, per poi farci trovare pronti per i play off. Ci dispiace perdere agli ultimi minuti ma accettiamo sempre il risultato del campo. Ora dobbiamo pensare ai play off che per noi inizieranno il prossimo 26 aprile. Detto questo arriviamo per la prima volta primi in classifica ed abbiamo la miglior difesa, il migliore attacco (5 giocatrici nelle prime 5 capocannoniere del Campionato) ma soprattutto abbiamo più fame e più rabbia di prima .

Faccio un grande in bocca al lupo all’Ekipe Oizzonte per il suo impegno europeo.”

Tra le protagoniste di questa partita, con Domitilla Picozzi e Chiara Ranalli sugli scudi (due gol per parte), c’è anche Emalia Mist Eichelberger, portiere paratutto, che ha annullato un rigore alle siciliane ed è stata bravissima in più di un’occasione, una sicurezza tra i pali. Da sottolineare anche la prestazione di Agnese Cocchiere ed Abby Andrews, entrambe autrici di una doppietta.

L’EKIPE ORIZZONTE – SIS ROMA

9-8

(3-2; 1-2; 2-3; 3-1)

 

L’EKIPE ORIZZONTE: L. Celona, B. Halligan 2, C. Grasso, G. Viacava, V. Gant 2, D. Bettini 2, V. Palmieri 1, C. Marletta 2, G. Gagliardi, A. Williams, A. Longo, M. Leone, G. Condorelli. All. Miceli

SIS ROMA: E. Eichelberger, M. Misiti, G. Galardi, Carosi, C. Ranalli 2, D. Picozzi 2, C. Tabani, C. Nardini, L. Di Claudio, A. Cocchiere 2, Andrews 2, Galbani. All. Capanna

Superiorità numeriche: Ekipe Orizzonte 2/10 + 3 rigori e SIS Roma 2/10 + un rigore.

Arbitri: Pinato e Calabrò

Note: Uscita per limite di falli Di Claudio (R) nel terzo tempo. Marletta (O) fallisce un rigore (alto) dopo 3’40” del secondo tempo. Eichelberger (R) para un rigore a Williams dopo 7’03” del terzo tempo. SIS Roma iscrive a referto 12 giocatrici. Spettatori: 250 circa.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *