SISROMA

PALLANUOTO, SIS ROMA PROTAGONISTA IN CAMPIONATO, BATTUTO (18-8) IL COSENZA

La SIS Roma supera di slancio (18-8) il volenteroso Cosenza e continua la sua corsa al vertice nel campionato di serie A1 di pallanuoto femminile, in vista del match-clou del 22 novembre a Rapallo. Ed intanto, altro impegno di rilievo, si prepara alla trasferta di Barcellona per la prima giornata del girone di ritorno di Champion con il Terrassa in programma sabato prossimo 25 novembre.

 

Le romane con il Cosenza hanno messo i tre punti nel cassetto dopo soli 55”, quando Agnese Cocchiere, di forza, ha realizzato la seconda marcatura della partita dopo che Sara Di Claudio, al secondo numero 18, aveva portato in vantaggio la SIS. La prima frazione di gioco è stata il capolavoro delle ragazze di casa che hanno chiuso il tempo con un perentorio 7-1, quasi un goal al minuto. SIS, in sostanza perfetta, sola pecca, un rigore concesso alle calabresi nell’unica azione pericolosa del primo tempo, trasformato da Nisticò.

 

Un momento di debolezza, ma già la partita era incalanata sul 4-0 a favore delle ragazze di Capanna che, nella seconda frazione di gara, diminuivano il ritmo frenetico dell’inizio pur continuando a controllare la partita con grande autorità (5-2 il parziale del secondo tempo).

 

Il Cosenza mostrava i pugni nel terzo tempo, quando la SIS lasciava giocare le ragazze calabresi che si dimostravano una squadra con buone individualità e tanto impegno collettivo, si sono viste  giocate di pregio concluse con conclusioni vincenti da fuori della Ermakova che hanno valso alle ospiti l’aggiudicazione del terzo tempo (3-2 a favore del Cosenza lo score).

 

Tutto in regola negli ultimi otto minuti quando la SIS è tornata padrona assoluta della situazione pur non “spingendo” come avrebbe potuto, partita chiusa sul 18-8 , risultato finale fissato da una rete di Cecilia Nardini ad una manciata di secondi dal termine. Un risultato finale che consente alle romane di restare nella scia di Orizzonte Catania, battuto a sorpresa in casa dal Trieste, e del Plebiscito Padova, appaiata ora da Trieste e Rapallo.

 

Per il Cosenza una sconfitta onorevole che premia la volontà delle ragazze calabresi. Soddisfatto, del risultato, il coach Marco Capanna: “Approccio giusto alla partita – ha esordito – giocato con grande qualità, poi, i soliti alti e bassi che non hanno mai messo in discussione il controllo della partita ma che lavoreremo per limitare sempre di più. Abbiamo un obbiettivo di che tipo di squadra vogliamo essere e stiamo lavorando per raggiugerlo. Ci aspetta un’altra settimana importante e stimolante: a Rapallo mercoledì prossimo 22 novembre sarà dura e sabato a Barcellona abbiamo la Champion con il Terrassa, attualmente al secondo posto del girone.
Al Cosenza, che si è battuto bene, auguro il meglio ed un campionato in linea con quelli che sono i suoi obiettivi, era la prima volta che la affrontavo da avversario e rivolgo un pensiero emozionato a Giancarlo Manna.”

 

Cinquina di Chiara Ranalli, tornata al goal con continuità, bene anche Sara Centanni ed Agnese Cocchiere (3 reti all’attivo). La SIS torna in acqua mercoledì 22 a Rapallo.

 

TABELLINO

SIS ROMA-OLIO DI CALABRIA IGP COSENZA PN

18-8

(7-1; 5-2; 2-3; 4-2)

 

SIS ROMA: C. Banchelli, M. Misiti, G. Galardi 1, A. Gual Rovirosa 1, C. Ranalli 5, L. Papi, F. Troncanetti, L. Di Claudio 2, C. Nardini 2, S. Centanni 3, A. Cocchiere 3, S. Carosi 1, O. Sesena, A. Aprea. All. Capanna

 

OLIO DI CALABRIA IGP COSENZA PN: M. Brandimarte, L. Stavolo, M. Ciudad Herrera 1, E. Salcedo Garcia, V. Occhione, C. Malluzzo 1, F. Morrone, E. Ermakova 2, C. Sesti, S. Zaffina, F. Nistico’ 4, M. Le Fosse, G. Reda. All. Fasanella

 

Arbitri: Rotondano e Ialeggio

 

Superiorità numeriche: Roma 3/8 + 2 rigori e Cosenza 1/6 + 2 rigori.

 

Note: Nessuna è uscita per limite di falli.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *